Nutrizione per gruppo sanguigno: alimenti e raccomandazioni

Negli anni '90 del secolo scorso è stato pubblicato negli USA il libro "4 gruppi sanguigni - 4 vie per la salute", scritto dal medico naturopatico Peter d'Adamo. È diventato quasi immediatamente un bestseller, è stato tradotto in quasi tutte le lingue del mondo ed è diventato una guida pratica all'alimentazione per molte persone sul pianeta. Secondo l'autore del libro, esiste un concetto storicamente corretto di nutrizione per ciascun gruppo sanguigno e la salute e la longevità di una persona dipendono da questo.

L'idea principale di questa teoria è che le persone dovrebbero mangiare lo stesso cibo dei loro antenati. È meglio digerire e assorbire, mentre i cibi "sbagliati" scorticano il corpo. Questo concetto di nutrizione non è una dieta per dimagrire, implica un'alimentazione sana per alcuni gruppi di persone, che aiuterà a purificare e guarire il corpo.

In effetti, alcuni studi hanno dimostrato che le persone con diversi gruppi sanguigni sono più o meno suscettibili a varie malattie. Per molto tempo, il dottor D'Adamo, insieme al padre, ha identificato l'effetto sull'organismo di vari prodotti alimentari, a seguito dei quali sono stati divisi in 3 gruppi: utili, nocivi e neutri. Di seguito sono elencati gli alimenti "buoni" e "cattivi" per ciascun gruppo sanguigno. I prodotti non elencati sono neutri e se ne consiglia l'uso in quantità limitate.

Cibo per persone con I (0) gruppo sanguigno

dieta per le persone con il primo gruppo sanguigno

Secondo varie fonti, fino al 40% della popolazione mondiale è proprietaria del sangue di questo gruppo, il dottor d'Adamo li ha definiti i discendenti dei "cacciatori", quindi dovrebbero essere più coerenti con la dieta della carne.

Prodotti utili

  • manzo, agnello, cervo, vitello, pollame, frattaglie;
  • quasi tutti i pesci (merluzzo, pesce persico, luccio, halibut, storione, trota, sardina sono particolarmente utili), caviale, alghe;
  • uova;
  • piccole quantità di ricotta e formaggio di pecora, ricotta;
  • burro;
  • alcuni oli vegetali (oliva, lino, sesamo, mandorle);
  • noci, mandorle, nocciole, zucca e semi di cedro;
  • i legumi sono rari (ad eccezione di soia e lenticchie);
  • grano saraceno, orzo perlato, semole d'orzo, riso;
  • pane di segale;
  • verdure (barbabietole e loro foglie, cavolo rapa, rafano, carciofo, topinambur, broccoli, cavolo rapa, pastinaca, patate dolci, zucca, rape, peperoni e peperoncini);
  • quasi tutti i frutti e le bacche;
  • prezzemolo, zenzero, chiodi di garofano, liquirizia, curcuma, curry, peperoncino;
  • tè alle erbe e verde, vini rossi, acqua minerale (gassata).

Prodotti nocivi

  • maiale;
  • pollock, molluschi, calamari;
  • quasi tutti i prodotti lattiero-caseari ad eccezione di quelli indicati nell'elenco dei permessi;
  • girasole, mais, semi di cotone, arachidi, cocco, olio di palma;
  • semi di papavero, pistacchi, arachidi, anacardi, noci del Brasile;
  • grano, avena, orzo, mais e tutti i loro prodotti;
  • verdure (cavolfiore, cetrioli, porri, rabarbaro, patate, funghi shiitake, olive);
  • avocado, arance e mandarini, melone, fragole, noci di cocco;
  • forti bevande alcoliche, limonata, birra, tè nero, caffè.

Cibo per persone con gruppo sanguigno II (A)

Quasi il 35% della popolazione mondiale ha ereditato il gruppo II dai genitori, tra l'altro, questo è il gruppo sanguigno più comune tra gli europei. Lo sviluppatore di questa dieta ha classificato queste persone tra i discendenti di agricoltori e raccoglitori. La loro dieta è molto simile al vegetarismo latto-ovo.

Prodotti utili

regole dietetiche per le persone con il secondo gruppo sanguigno
  • tacchino (preferito) e altro pollame;
  • uova;
  • pesce (salmone, sardina, sgombro, lucioperca, coregone, carpa, merluzzo, pesce persico, trota, salmerino);
  • prodotti a base di latte fermentato, latte intero - solo di capra, anche i formaggi sono fatti solo da esso;
  • oli vegetali (oliva, semi di lino);
  • arachidi, semi di zucca, semi di girasole, pinoli, nocciole e altra frutta a guscio;
  • legumi, i prodotti a base di soia sono particolarmente utili;
  • cereali (grano saraceno, riso, orzo, avena, segale) e prodotti a base di farina a base di questi cereali;
  • salsa di soia, prezzemolo, curcuma, zenzero, senape;
  • verdure (l'elenco di quelle utili comprende carciofi, barbabietole, topinambur, broccoli, cavolo cappuccio, carote, cavolo rapa, rafano, aglio, cipolle, pastinaca, zucca, rape, spinaci);
  • tutti i frutti di bosco, limoni, pompelmi, ananas, prugne, albicocche;
  • qualsiasi tisana, tè verde, vino bianco (preferito) e rosso, caffè nero (1 tazza al giorno).

Prodotti nocivi

  • qualsiasi carne rossa e frattaglie;
  • molluschi, calamari, anguille, pesci gatto, passere, ecc . ;
  • latte vaccino intero e prodotti a base di esso;
  • burro;
  • mais, semi di cotone, arachidi, olio di cocco;
  • pistacchi, noci del Brasile;
  • grano, farina di frumento e prodotti derivati;
  • patate, cavolo cappuccio bianco, cavolo rosso e cavolo cinese, peperoncino, melanzane, olive, rabarbaro, pomodori;
  • alcuni frutti (banane, meloni, arance, manghi, papaia, mandarini, noci di cocco);
  • gelatina, aceto, pepe (nero, bianco, rosso), capperi;
  • dolci, zucchero;
  • forti bevande alcoliche e gassate, birra, limonata, tè nero.

Cibo per persone con gruppo sanguigno III (B)

Si ritiene che questo gruppo sanguigno abbia avuto origine dalla mescolanza delle razze. Le persone che ne erano dotate, il dottor d'Adamo si riferiva ai nomadi. Per loro, si presume la dieta più ampia e varia, ci sono meno restrizioni dietetiche per i proprietari del III gruppo sanguigno rispetto ad altre persone. Ciò è dovuto al fatto che i nomadi si stabilirono in diversi continenti ed erano onnivori.

Prodotti utili

come mangiare bene per le persone con il terzo gruppo sanguigno
  • carne di montone, agnello, cervo, coniglio;
  • uova;
  • caviale, ombrina, branzino, lucioperca, sardina, merluzzo, passera di mare, eglefino, nasello, halibut, sgombro, luccio, storione, carpa;
  • quasi tutti i latticini;
  • marina e fagioli di Lima;
  • olio d'oliva;
  • noci;
  • fiocchi d'avena e farina d'avena, miglio, riso;
  • barbabietole, broccoli, cavoletti di Bruxelles, carote, pastinaca, patate dolci, cipolle, rafano, pastinaca, rape, aglio;
  • mirtilli rossi, prugne, anguria, banane, uva, papaia, mirtilli, more, ciliegie;
  • funghi;
  • curry, liquirizia, zenzero, prezzemolo;
  • acqua naturale, tè verde, birra, vino rosso e bianco, tè nero e caffè (è consentito bere non più di 1 tazza al giorno).

Prodotti nocivi

  • pollame, maiale, frattaglie;
  • molluschi, granchi, beluga, anguilla, merluzzo bianco, trota, salmerino;
  • uova di quaglia;
  • formaggi erborinati e lavorati;
  • altre varietà di fagioli, prodotti a base di soia;
  • oli vegetali: cocco, mais, arachidi, soia, sesamo, girasole, colza;
  • anacardi, arachidi, pinoli, semi di papavero, semi di zucca e semi di girasole;
  • semole di grano, grano saraceno, mais, segale;
  • olive, ravanelli, ravanelli, rabarbaro, pomodori, crauti;
  • avocado, melograno, cachi, melone, noci di cocco;
  • pepe, cannella, salsa di soia, gelatina, ketchup;
  • Bevande alcoliche gassate e forti, limonata, acqua frizzante.

Cibo per persone con gruppo sanguigno IV (AB)

Questo gruppo sanguigno è il più raro, si trova solo nel 7% delle persone che abitano il nostro pianeta. Il medico naturopata D'Adamo ha definito questo gruppo di persone un tipo misto o "gente nuova". Come i proprietari del III gruppo sanguigno, le "persone nuove" sono molto più fortunate con la dieta rispetto alla popolazione con I e II gruppi.

Prodotti utili

caratteristiche nutrizionali per le persone con il quarto gruppo sanguigno
  • agnello, coniglio, tacchino;
  • uova di gallina;
  • sgombro, salmone, sardina, tonno, merluzzo, lucioperca, luccio, storione;
  • latticini, ma formaggio in quantità limitate;
  • noci e olio d'oliva;
  • arachidi, noci;
  • lenticchie, semi di soia, fagioli borlotti;
  • miglio, avena, riso, farina di segale e prodotti derivati;
  • barbabietole, broccoli, cavolfiori e cavoli, cetrioli, aglio, patate dolci, carote, melanzane, pastinache, foglie di senape, pomodori;
  • ciliegia, fico, uva, pompelmo, kiwi, ananas, prugna, anguria, limone, uva spina, mirtillo rosso;
  • curry, curcuma, zenzero, prezzemolo;
  • tè verde, acqua frizzante, vini bianchi e rossi.

Prodotti nocivi

  • maiale, manzo, pollo, oca, uova di quaglia;
  • passera, pesce persico, beluga, halibut, eglefino, nasello, anguilla, trota, artropodi e molluschi;
  • burro, margarina;
  • formaggio fuso, formaggio blu, latte intero, panna;
  • fagioli di Lima, fagioli neri, fagioli adzuki, ceci;
  • nocciole, semi di papavero, semi di sesamo, semi di zucca e semi di girasole;
  • grano saraceno, mais, frumento e prodotti derivati ​​da questi cereali;
  • carciofo, topinambur, olive, peperoni piccanti, ravanelli, ravanelli, rabarbaro;
  • oli di girasole, mais, sesamo, cocco, semi di cotone;
  • avocado, banane, meloni, guava, cachi, melograni, mele cotogne, noci di cocco, mango, arance;
  • pepe, aceto;
  • Bevande gassate alcoliche e dolci, tè nero e caffè.

Critica della dieta americana in base al gruppo sanguigno

Sebbene i medici della medicina convenzionale siano divisi su questa dieta, la maggior parte è ancora incline a credere che non sia scientificamente fondata e non abbia basi di prove. Forse il suo unico vantaggio è che dall'elenco degli alimenti per persone con diversi gruppi sanguigni, puoi, lavorando sodo, creare una dieta completa ed equilibrata. Tuttavia, un rifiuto completo di determinati alimenti può ancora portare all'esaurimento del corpo in determinate sostanze. Quindi, ad esempio, alle persone del gruppo I è quasi completamente vietato mangiare latticini e questo può portare a una carenza di calcio e fosforo.

Molti medici concordano sul fatto che la dieta del gruppo sanguigno è troppo generale e non tiene conto delle caratteristiche individuali del corpo, dello stile di vita e di altri fattori che non dipendono dal gruppo sanguigno della persona. Inoltre, come sapete, ci sono molti più gruppi sanguigni di 4, il dottor D'Adamo ha preso uno dei sistemi più semplificati (AB0) come base per sviluppare la sua dieta.

Inizialmente, il termine "amminoacidi" era usato nei libri del medico quando si riferiva agli alimenti proteici. Le proteine ​​nella loro forma originale non entrano nel sangue, sono pre-suddivise in amminoacidi. Ma all'organismo, infatti, non interessa da quali proteine, vegetali o animali, si ottengano questi aminoacidi, e quindi risulta inappropriato limitare i latticini e la carne per alcune categorie di persone. Dopo che questo fatto è stato segnalato all'autore della dieta, il termine "amminoacidi" è stato sostituito da "lectine", cosa che non è chiara nemmeno a molti medici, per non parlare dell'uomo comune della strada. E in generale molti medici di medicina tradizionale sono inclini a credere che il libro che presenta questa dieta sia "sovraccarico" di termini scientifici, molti dei quali inappropriati e non comprensibili ai lettori.

Riassumendo, possiamo dire che il sistema di nutrizione del gruppo sanguigno non ha trovato risposta nella comunità medica ed è stato anche seriamente criticato, e un numero enorme di recensioni positive su questa dieta trova una spiegazione logica. Prima di tutto, ciò è dovuto al miglioramento generale della dieta, perché alcol forte, bevande zuccherate gassate, carne grassa, molte verdure "pesanti", cibi ricchi di grassi saturi e altri cibi malsani vengono completamente rimossi dalla dieta, indipendentemente dal gruppo sanguigno. Inoltre, uno dei fattori importanti nell'effetto positivo di qualsiasi dieta popolare è l'effetto placebo e lo sviluppo del dottore americano d'Adamo non fa eccezione.